Settimanale Anno XVI
Numero 703 del 5 aprile 2020
Tel. 346 8046218
La centrifuga che ha rivoluzionato l’olio d’oliva Stampa E-mail
Scritto da A CIVETTA   

 

LA CENTRIFUGA CHE HA RIVOLUZIONATO L’OLIO D’OLIVA

 

Il primo prototipo di separatore-estrattore, centrifuga orizzontale, con a sinistra l’ing. Mario De Martini e al suo fianco il  Capo Officina Vincenzo De  Simoni, collaboratore  all’impresa con Enzo Cavalli’)

 

 Brevetto mondiale dell’ing. Mario De Martini, cellese di lunga adozione, spentosi nella sua dimora nella Torre Saracena della frazione di Cassisi, il 24 agosto all’età di 94 anni, vedovo da qualche anno di Carla Avogadro (di- scendente anch’essa da famiglia di ingegneri), compianto dai quattro figli (due dei quali ingegneri), dai cugini De Martini, dai numerosi nipoti, e parenti tutti.

Molto ci sarebbe da scrivere su questo personaggio transnazionale, originario di Santa Margerita Ligure, sin dal padre, Augusto, ingegnere navale, con a seguire tre dinastie di ingegneria dello stesso genere.

Ma oltre quello, Mario aveva studiato e concepito una macchina per l’estrazione dell’olio di oliva, il ”Decanter a 3 fasi”, separatore-estrattore centrifugo, risparmiando mano d’opera e tempo, e con l’ulteriore vantaggio dell’aumento della produttività e la migliore qualità dell’olio. In sintesi e in breve: il procedimento si avvale di una macchina in acciaio inox (per preservare le qualità organolettiche dell’olio), vera e propria centrifuga orizzontale, dotata di una vite di scarico della materia solida che riunisce in sé, a ciclo continuo: le operazioni di lavaggio delle olive, macinatura, gramolatura (disemulsionamento) e separazione nella centrifuga a tre fasi. 

La prima scarica l’olio separato, la seconda scarica acqua di vegetazione e impurità fini e la terza scarica sansa (noccioli e residui della polpa).

La macchina è stata realizzata a Celle nell’officina di Via Sanda, ed è stata sperimentata per tre stagioni nell’oleificio Tortello di Chiusanico in parallelo con il loro impianto tradizionale. Sino al giorno che il proprietario ebbe pratica constatazione delle notevoli differenze di risultato e gli disse ‘Inzegnè  gh’è  semmu!’ (Ingegnere ci siamo!). Di lì passo breve, con verifiche di tecnici venuti dalla Svezia, svolgimento di pratiche burocratiche, e utilizzazione dei vari brevetti concessa in esclusiva alla Società ALFA Laval, azienda svedese specializzata nella realizzazione di centrifughe, della quale i De Martini erano Agenti da anni. Successivamente, allo scadere dei brevetti, l’impianto è stato universalmente adottato dai principali costruttori di macchine olearie, e pure per macchine di altre produzioni.

 

A Civetta

 A Civetta - Periodico di critica, cultura e informazione

E' in uscita il NUMERO 36

 

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information