Inaugurate due nuove TAC all’ospedale San Paolo Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   

Inaugurate due nuove TAC

all’ospedale San Paolo di Savona

 Sono state inaugurate, alla presenza dell’assessore alla sanità Sonia Viale, del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, del consigliere regionale Paolo Ardenti, dei medici del reparto e dei vertici ASL, due nuove TAC all’ospedale San Paolo di Savona.

 


 

“Questo è un momento importante per l’ASL2 e gli apparecchi inaugurati oggi sono stati acquistati con una gara d’appalto per il quale la regione ha versato l’80% delle risorse necessarie”, ha dichiarato il commissario Paolo Cavagnaro, “e voglio ringraziare l’assessore Viale, il sindaco Caprioglio, il consigliere regionale Ardenti e tutta l’amministrazione regionale poichè questo risultati è il frutto di un lavoro di squadra”.

 


 

Stessa soddisfazione da parte del dottor Gastaldo :”Ringrazio la regione, la direzione e gli uffici ricordando che sei mesi fa è stato messo qui un ecografo ed è stata aggiudicata la gara per un angiografo a Pietra Ligure; sono stati inoltre assunti sette giovani radiologi a tempo determinato ed altri a tempo indeterminato. Abbiamo rischiato sostituendo due apparecchi contemporaneamente ma ce l’abbiamo fatta bene e voglio ricordare i due maggiori vantaggi derivanti dai nuovi macchinari : un risparmio di dose di radiazioni ed una migliore visione delle aree del corpo senza dimenticare un migliore follow-up per i pazienti oncologici ed una velocità superiore alla precedente. Con gli altri medici abbiamo deciso di lavorare su due turni per permettere ad un maggior numero di pazienti di svolgere gli esami”.

“Ringrazio la regione e l’ASL e mi sento di dire che la sinergia sanità-sociale sta funzionando bene”, afferma il primo cittadino savonese, “con un importante cambiamento a livello sociale e le attrezzature come quelle inaugurate oggi vanno in questa direzione”.

 


 

“Vi è un generale sollievo per la comunità perchè le risorse vengono investite e le diagnosi migliorate”, evidenzia l’assessore regionale Viale, “e la sanità investe con un importante lavoro di rafforzamento territoriale del settore. E’ importante l’equilibrio ospedale-territorio per dare alle persone migliori risposte; a breve si farà il punto della situazione su importanti servizi come l’infermiere di comunità, utile sia per l’entroterra che per gli anziani soli.

 


  

Abbiamo intrapreso un percorso di riduzione del disavanzo e reinvestimento nella sanità come obiettivo della nostra amministrazione regionale svolgendo un buon lavoro; abbiamo fatto un attento monitoraggio della gara per l’affidamento dei lavori al settimo piano per la messa a norma del condizionamento e in accordo con il presidente Toti ho chiesto procedure più snelle per le sostituzioni delle macchine e gli interventi.

 


  

Tutto questo fa parte di un percorso rivolto a tutte le ASL della regione con un conseguente rinnovamento progressivo secondo i parametri HPA; sono soddisfatta del percorso e della messa in posizione degli apparecchi poichè diamo agli operatori ed ai pazienti un bel segnale che dimostra che l’ospedale è all’altezza delle sfide quotidiane con apparecchi innovativi”.

“Ringrazio i sindacati e voglio dire che la riduzione delle dosi radianti è molto importante sia per i bambini che per i pazienti oncologici”, conclude Cavagnaro.

SELENA BORGNA  

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information